Micronote 4

  1. “Il partito degli onesti”. In Italia dovrebbe essere proibito usare “onesto” al plurale.
  2. La società occidentale da molto tempo ama gli artisti che si autoannientano, e ne fa dei miti. Vittima – idolo: l’eterno circuito sacrificale.
  3. In Norvegia il rovesciamento del meccanismo del capro espiatorio: dal tutti contro uno all’uno contro tutti. Speculare.
  4. Se qui non si capisce che sta andando in fumo il patto di fondo, originario, che in un Paese deve esistere tra cittadini e classe politica, e che questa crisi non è come le precedenti, perché anche una buona parte del ceto intellettuale medio-borghese oggi odia i politici, allora davvero si è folli.
  5. Mi piacciono i direttori di giornali che godono di finanziamenti statali e inveiscono contro l’eccesso di stato e di spesa pubblica.
  6. Penso che l’artigiano che non paga le tasse, viaggia in Volvo, pretende dallo Stato sicurezza e servizi gratis, ecc., non abbia i titoli per inveire contro la Casta.
  7. Le parole in Italia non valgono più nulla, si può dire quello che si vuole. Un ministro può ripetutamente dare del cretino ad un altro ministro, e non succede nulla. I politici se la prendono con l’Antipolitica montante, questa realtà minacciosa, quasi fosse il fascismo incombente. Meglio farebbero ad interrogarsi sulle loro responsabilità per questo montare.
  8. Presuntuosi poetucoli di latta, petulante progenie di infingardi.
  9. La Casta è una piovra enorme, un iceberg di cui i parlamentari sono solo la piccola parte emersa.
  10. Aboliamo la Borsa, il gioco d’azzardo legalizzato, i concorsi a premi, le lotterie e le riffe. Solo lavoro. E i guadagni investiti in ricerca e produzione.
  11. Il capitalismo è alla frutta. Purtroppo nel locale non ci sono altri tavoli.
  12. I btp stanno come d’autunno sugli alberi le foglie
  13. L’indignazione che vedo in giro non è che risentimento autonobilitato.
  14. Ma c’è un politico che non sia né cretino, né colluso, né corrotto?
  15. Quando si inizia a leggere un romanzo ci si deve chiedere chi sarà il sacrificato.
  16. Gli eventi in Val di Susa pongono la seguente questione: la fionda è un’arma che può uccidere? Negli eserciti antichi si pensava di sì, e c’erano i frombolieri. Con una fionda Davide uccise Golia. Quindi tirare con la fionda ad un uomo è tentato omicidio. E sparare candelotti ad altezza d’uomo anche.
  17. Gli eventi in Val di Susa pongono la seguente questione: in uno Stato democratico le decisioni debbono essere prese dalla maggioranza dei cittadini, secondo modalità non violente, o da minoranze organizzate?
  18. “L’immoralità nel PD non è meno diffusa che nel PDL”, disse. “Ma è di natura diversa. O forse mi sbaglio, ed è la stessa: soldi”.
  19. La critica d’arte e la critica di poesia mi sono ugualmente ripugnanti. Forse perché penso che arte e poesia oggi siano in gran misura fraudolente.
Annunci

2 thoughts on “Micronote 4

  1. 10) impossibile abolire il piacere!
    12) non si sfugge alle stagioni :-)
    15) è una cosa a cui non avevo ancora pensato…
    16) la fionda e il candelotto sono ancora più pericolosi se accompagnati da una buona mira.
    17)dalla maggioranza e dalla minoranza messe in accordo.

    (adoro questi tuoi:-)

  2. uno sta al mondo così e pensa ai fatti suoi, come faccio anch’io in fondo. leggo questo elenco e mi chiedo perchè fermarsi a diciannove. forse è un numero da giocare al lotto. provate la terna; dieci, nove,diciannove per esempio. mi ha straordinariamente colpito la notizia letta su di un televideo locale per cui gli abitanti della provincia spendono procapite, infanti e infermi compresi, circa 900 euri l’anno in lotterie e gratti e vinci che effettivamente è una cifra spaventosa, tra l’altro nel mio misero giro di conoscenze nessuno gioca, ci devono essere molti che ci buttano decine di miglaia di euri . e insomma anche questa notizia alla fine potrebbe ribaltarsi in positiva, ammesso sia possibile ribaltare le intenzioni della ggente.

    ciao,k.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...