Il falsario Wakefield definitivamente smascherato

Da tempo il disonesto dottor Andrew Wakefield, sostenitore di una stretta correlazione tra vaccinazioni e autismo, era stato smascherato. Ma quest’anno finalmente è stato anche ufficialmente condannato dal General Medical Council britannico. E tuttavia la sua opera ha in questi anni causato danni gravissimi, portando fuori strada innumerevoli famiglie con figli autistici in tutto il mondo, e dando un aiuto formidabile a molti ciarlatani, che dell’autismo stanno facendo un affare. Riporto un intervento di Lisa Vozza da Zanichelli Scienze.

“Sai, sulle vaccinazioni di Filippo ho avuto tanti dubbi. Alla fine ho deciso di fargli fare soltanto quelle obbligatorie e non le raccomandate”. Le incertezze di questa giovane mamma sono soltanto le ultime di una lunga serie, ma vengono al momento giusto. Importanti novità proprio sul vaccino contro il morbillo, la parotite e la rosolia, che in Italia è una delle vaccinazioni raccomandate, fanno sì che si torni a parlare di vaccini. La premessa innanzitutto: Nel 1998 Andrew Wakefield, un gastroenterologo britannico, pubblica sulla rivista Lancet un articolo in cui ipotizza, in base a una ricerca su otto bambini autistici, che la loro malattia potrebbe essere causata dal vaccino trivalente contro il morbillo, la parotite e la rosolia (detto vaccino MPR). La notizia dell’articolo di Wakefield è una bomba: lo riporta una fra le riviste mediche più autorevoli e credibili al mondo; riguarda una malattia diffusa e dalle cause all’epoca molto indefinite; concerne le vaccinazioni cui sono sottoposti ogni anno milioni di bambini. Non c’è giornale, radio e televisione di quasi ogni Paese che non ne parli. Il clamore è enorme e molti genitori in procinto di far vaccinare i propri figli si allarmano. (perdonatemi, mi sono autocitata). Ed ecco le novità. A fine gennaio 2010 il General Medical Council (GMC), l’equivalente britannico del nostro Ordine dei medici, ha stabilito dopo oltre cinque anni di indagini, che Andrew Wakefield ha commesso numerosi reati gravi. Tanto per cominciare il vaccino MPR non causa l’autismo. Fin dal 2003 l’OMS aveva dichiarato che non c’erano prove per suggerire che il vaccino MPR fosse responsabile di questa malattia. Conferma e rafforza la dichiarazione dell’OMS l’analisi appena pubblicata dalla Cochrane Collaboration, l’autorevole gruppo indipendente che effettua revisioni sistematiche degli effetti degli interventi sanitari. Non c’è un solo studio che abbia mostrato un aumento del rischio di autismo ricondubile al vaccino contro il morbillo, mentre ci sono numerose ricerche di alta qualità che rassicurano sull’altissima sicurezza e sull’importanza del vaccino MPR, che è per questo somministrato a decine di milioni di bambini in ogni parte del mondo. Ma Wakefield non è solo uno scienziato che non ci ha preso. Sempre secondo il giudizio del GMC Wakefield è stato “disonesto, irresponsabile e ha mostrato insensibilità e indifferenza per la sofferenza e il dolore” e ha “abusato della fiducia accordata al suo ruolo di medico” mentre conduceva le sue ricerche nel cercare di dimostrare un collegamento fra il vaccino MMR e l’autismo. “Ha effettuato test invasivi e non giustificati dal punto di vista clinico sui bambini senza la necessaria approvazione del Comitato etico del suo ospedale”. E non è finita qui. Wakefield riceveva ingenti somme di denaro da studi legali specializzati in cause collettive. Gli avvocati che lo pagavano come perito di parte stavano infatti preparando una class action contro i produttori di vaccini e le agenzie di salute pubblica che li somministrano, con l’accusa di aver causato gravi danni ai bambini autistici. Mentre gli avvocati sognavano grasse parcelle, Wakefield ometteva di divulgare questo conflitto di interesse alla redazione di Lancet, che pubblicava l’articolo scientifico successivamente ritrattato. Qui l’elenco completo delle accuse contro Wakefield. Un’altra frode importante, su cui non mi dilungo, è quella che cercava di propagandare il conservante a base di mercurio come un’altra causa di autismo: un ulteriore falso diffuso da altri ciarlatani che come Wakefield avevano interessi nella stessa causa collettiva. Queste storie sono note da tempo e non varrebbe davvero più la pena di parlarne, se non fosse per la crisi maggiore di sfiducia che hanno generato verso i vaccini, i rimedi più efficaci, sicuri ed economici delle migliori medicine. Una crisi che non sembra finire mai.

La riduzione delle vaccinazione e l’aumento dei casi di morbillo in seguito alla pubblicazione dei dati falsi di Wakefield.

Vale la pena chiarire anche un altro tema che spesso genera equivoci. Perché alcune vaccinazioni sono obbligatorie e altre raccomandate?

Le ragioni non sono tanto scientifiche, quanto storiche. Nel secolo scorso, quando sono cominciate le vaccinazioni di massa, una parte considerevole della popolazione era analfabeta; anche chi sapeva leggere e scrivere non è detto che fosse in grado di capire che i vaccini sono strumenti utili per proteggersi dalle malattie infettive. Così il legislatore di molti Paesi, fra cui l’Italia, aveva imposto per legge la somministrazione delle vaccinazioni (se non ci si presentava, venivano i carabinieri a casa!). La misura, certamente autoritaria, è stata straordinariamente efficace. Oggi la situazione nei Paesi avanzati è ben diversa: con la scuola dell’obbligo (quasi) tutti sanno leggere e scrivere, e comprendere perché le vaccinazioni sono importanti è alla portata di gran parte della popolazione. L’obbligo per legge sarebbe una misura anacronistica. Restano perciò obbligatori per tutti i nuovi nati in Italia i vaccini in uso dal secolo scorso contro difterite, tetano, poliomielite, epatite virale B, mentre i preparati più recenti (MPR contro morbillo, parotite e rosolia; anti-pertosse e anti-Hæmophilus influenzæ b o Hib) sono raccomandati. Sono inoltre disponibili altri vaccini utili a prevenire malattie come l’influenza, le infezioni da pneumococco, la meningite C, la varicella e il papillomavirus umano (HPV). È importante sottolineare che l’obbligatorietà non è una misura dell’importanza di un vaccino: un’immunizzazione raccomandata, o anche soltanto disponibile, è oggi altrettanto prioritaria di una vaccinazione obbligatoria. L’unica differenza è che si tratta di una libera scelta e non di un’imposizione. (Mi sono citata di nuovo, un vizio ormai!)

In conclusione, chi non ha dubbi prima di vaccinare i propri figli? Le incertezze sono legittime. L’importante è chiarirle affidandosi a fonti autorevoli e non ai siti che disseminano paure infondate a spese di bambini che, se non vaccinati, corrono sì grandi rischi. Sì, perché perfino il morbillo non è un’innocua affezione del buon tempo antico: può provocare cecità, danni cerebrali e anche uccidere (rosolia e parotite non sono da meno). Oggi buona parte delle malattie infettive è evitabile. Perché rischiare?

IL  MIO  BLOG  SULL’ AUTISMO

Annunci

6 risposte a "Il falsario Wakefield definitivamente smascherato"

  1. Lisa Vozza da me interpellata NON ha avuto ne’ il coraggio ne’ la competenza per rispondere ai miei quesiti sui danni dei vaccini come cause di autismo ed altre malattie invalidanti.
    E questa sarebbe la competenza di questa persona ?
    Dovrebbero vergognarsi !

    GPaolo Vanoli – info@vanoli.nethttp://www.mednat.org
    INOLTRE:

    Queste sono le conclusioni a cui siamo arrivati dopo anni di studi e ricerche (medici, biologi, ricercatori) e che vi comunichiamo affinche’ siano divulgate ai cittadini…

    I VACCINI producono gravi DANNI (piu’ o meno occulti) ai VACCINATI

    Cari colleghi prima di accettare articoli sui virus e sui vaccini, che spaventano inutilmente la popolazione, ma fanno comodo a: case farmaceutiche….che vi lucrano sopra…ed a tutta la filiera al loro servizio, OMS, CDC, FDA, EMEA, AIFA, Universita’, Ministeri, Ordini dei medici e medici vaccinatori, fareste bene ad informarvi meglio su cosa produce negli organismi viventi un Vaccino !

    SIAMO CONTRO la falsamente detta IMMUNIZZAZIONE VACCINALE perche’ i VACCINI sono MOLTO pericolosi per uomini ed animali !
    Altro che immunizzazione, vaccinarsi significa, ammalarsi facilmente di qualsiasi malattia, per le mutate condizioni del Terreno fisiologico.

    Le autorita e gli enti “sanitari” ripetono ogni giorno: “Non c’è nient’altro che possiate fare per proteggervi dalle malattie, perciò vaccinatevi”.
    Questa affermazione è una menzogna ed una falsita’ biologica.

    Le mutazioni genetiche indotte da TUTTI i Vaccini sono ormai ben note.
    Anche la Polio, sclerosi, distrofie, leucemie, meningiti, malattie autoimmuni o rare, aids, allergie alimentari e non, celiachia, asma, autismo, diabete, ecc. sono scatenate dai vaccini per vari motivi, mutazioni genetiche + alterazione delle funzioni endocellulari, ecc.

    Nella sola UMBRIA la ns associazione ha raccolto quasi 5.000 segnalazioni di autismo, e l’Umbria e’ una piccola regione a densita’ di popolazione minima, pensate a quanti bambini autistici ci sono in Italia, proporzionalmente e rispettivamente siamo attorno ai 350.000 malati e forse piu, malati di disfunzioni dello sviluppo, che portano all’autismo, per le ischemie (e non solo quelle) indotte dai vaccini !
    http://www.mednat.org/vaccini/autismo.htm

    Cio’ significa che Tutto cio’ che si dice da parte degli “enti” preposti alla salute umana, medici allopatici compresi, sui Vaccini (qualsiasi) e’ completamente FALSO !

    Ovviamente non avrete il coraggio di pubblicare questo commenti !

  2. Come vede, caro Vanoli, non ho alcun problema a pubblicare questo Suo commento. Si autocommenta, come classico esempio di paranoia pseudoscientifica. Purtroppo Internet consente a persone come Lei di diffondere un pensiero che, se pur fallace e infondato, offre moltissimi spunti di riflessione antropologica. Noto, tra le altre cose, che Lei non è esente da conflitto di interesse, a differenza dal sottoscritto.

  3. Buongiorno Fabio,
    ci sarebbe molto da dire relativamente allo studio di Wakefield, ma mi limito a segnalare solo una cosa: una bella differenza c’è tra i vaccini raccomandati e quelli obbligatori, e cioè che chi non vuole fare i primi non deve percorrere noiose trafile burocratiche per evitarseli.

    Poi, se avranno ragione le persone del fronte “vacciniamoci il più possibile” o quelle del “vacciniamoci il meno possibile” ce lo dirà il tempo, verificando magari statisticamente l’incidenza di malattie autoimmuni, allergiche e (neuro)degenerative nell’una o nell’altra delle due “fazioni”.

    Ed il risultato, qualunque sia, penso concorderà con me che sarebbe di grande valore ed utilità per tutti.

    Per cui ritengo che anche coloro che sono a favore delle vaccinazioni dovrebbero essere in prima linea nella battaglia per toglierne l’obbligatorietà, in questo modo, nella remota ipotesi che una gran parte delle persone decida di non farle, potranno dimostrare, prove alla mano, di essere i pochi supersiti ad eventuali nuove pericolossime pandemie che stermineranno la popolazione

    Concorda?

  4. Certamente NON CONCORDO. Penso che i vaccini rappresentino una fondamentale conquista della civiltà. Persino la vita dei cani ha subito un allungamento enorme da quando è stata introdotta la loro vaccinazione.
    Penso altresì che la psiche degli anti-vaccinisti rappresenti un interessante terreno di studio. Tutti coloro che credono nella assoluta negatività dei vaccini tendono a credere anche a congiure mondiali di ogni tipo, sono fondamentalmente irrazionalisti, molto aggressivi verso chi la pensa diversamente e fondamentalmente totalitari. In altri tempi avrebbero creduto alla congiura mondiale ebraica.
    A proposito di vaccini, qui a Treviso nella mia ulss nelle scorse settimane 12 persone che non si erano vaccinate sono state colpite da morbillo, e 5 di loro sono state ricoverate in ospedale per complicazioni respiratorie.

  5. Io non sono un medico, mi limito ad osservare quello che succede, la mia opinione è che vaccinare già a tre mesi dei bambini con difese immunitarie ancora da formarsi, mi sembra un errore, oltretutto in maniera così elevata.
    Le case farmaceutiche hanno enormi interessi, se con un vaccino causa dei danni, hanno poi le medicine, se non per curare, almeno per attenuare i sintomi , o distruggere completamente il malato come nel caso dei psicofarmaci a quelli che hanno l’ADHD.
    Comunque, sempre le case farmaceutiche hanno dimostrato la loro vera faccia e tutto il loro potere con la faccenda della suina;
    hanno fatto vaccinare milioni di bambine per prevenire, così dicono, il papilloma virus, del doman non v’è certezza, intanto, vaccinatevi. Visto che è una malattia inerente l’attività sessuale, bisognerebbe sapere, almeno chi ha avuto di questi problemi, che attivita sessuale avesse.
    De Lorenzo, l’ex ministro, è stato condannato per le bustarelle prese dalle case farmaceutiche per l’introduzione della vaccinazione contro l’epatite, lui è stato condannato, ma la vaccinazione è rimasta.
    Recentemente l’amministrazione USA ha sanzionato le case farmaceutiche per il loro comportamento scorretto, soprattutto all’estero, ed è cosa risaputa che con i paesi sottosviluppati si comportano in maniera criminale; Bill Gates ha stanziato parecchi milioni di dollari per lo studio di nuovi vaccini in Africa, se quei soldi glieli dava per sfamarli, ne salverebbe molti di più. adesso, e sicuramente tanti problemi spariranno da soli, come è successo da noi.
    Oggi giorno si assiste al diffondersi continuo di problemi inspiegabili e senza rimedio in bambini ancora piccoli. I vaccini non sono responsabili, bene, ma se le premesse sono queste, con questi risvolti come si fa ad esserne certi, visto che i casi sono sempre più frequenti, non può essere che interagiscano negativamente con gli inquinanti che ci sono sempre più nell’ambiente, almeno qualche piccolo dubbio dovreste averlo.
    Mi è stato chiesto di fare i richiami dei vaccini, in una dose ce ne sono due che ritengo utili, in un’altra ce n’era una, praticamente dovevo fare sei vaccini per averne tre di mio interesse: questo a me sembra un grande imbroglio, fare sovra vaccinare e per di più a mie spese. Se mio figlio adesso sta bene e dopo la vaccinazione incomincia ad avere dei problemi, difficile che non ne sia la causa. Mi ricordo che per TV fecero vedere il caso di una mamma che ebbe il primo figlio danneggiato seriamente dal vaccino, lei non diede la colpa ai vaccini, fece vaccinare anche il secondo figlio, ed anche questo ebbe gli stessi problemi.
    Si da troppa importanza agli studi, che come si vede sono manipolabili, e si ignora i fatti.

  6. Perché, i “fatti” non sono forse manipolabili? Lei dovrebbe farsi vaccinare contro l’ingenuità! I fatti vanno interpretati, e la realtà è sempre complessa, mentre i teorici della congiura vogliono negare la complessità. Qui nessuno vuole difendere a priori tutto quel che fanno le case farmaceutiche. Il capitalismo ha come scopo unico il profitto, e va regolato. Non esiste altro strumento per affrontare il problema autismo (e vaccini) che il metodo scientifico. Occorre tenere conto certo anzitutto dei fatti. E un fatto è che in Giappone il thimerosal è stato tolto dai vaccini fin dal 1993 (ma anche in altri Paesi). E stabilire le cause non è semplice. Il cervello infantile nell’età in cui si fanno i vaccini ha uno sviluppo esplosivo, che evidentemente può, in una minoranza di casi, incontrare dei problemi. Chi sostiene che la causa sono i vaccini avanza una ipotesi, ma non riesce a dane conferma. In realtà, le cause sono molteplici e intrecciate a fattori genetici. Ma il vaccino fa comodo come testa di turco. Gli studi genetici hanno mostrato una probabilità di sviluppare l’autismo molto più alta della norma nei soggetti che hanno parenti autistici. L’autismo è un problema genetico, non vaccinale. Che ci siano fattori ambientali non va escluso a priori, sarebbe un atteggiamento antiscientifico (vedi Eric Fombonne al Congresso di Catania), ma occorre dare spiegazioni onnicomprensive. Ad es, perché è autistica 1 femmina ogni 4 maschi? Questo certo non si spiega coi vaccini. E così via. Ma soprattutto guardiamoci intorno: tra gli antivaccinisti è pieno di ciarlatani.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...