Sparagmos, patto di sangue

zab

You Tube contiene una miniera di filmati antropologicamente rilevanti. Recentemente ne ho trovati due che rimandano alle origini indagate da Walter Burkert: il fascino del branco di lupi, gli insegnamenti trasmessi dal lupo all’uomo. Da cui il patto di sangue tra l’uomo e quello che sarebbe diventato il cane. Nel primo filmato si vede un branco di lupi che con la sua tecnica consumata e la pazienza collaborativa tipica dei canidi che vivono in branco caccia animali forti come i bisonti. Animali sicuramente importanti nella dieta dei nostri antenati preistorici.

Lo sbranamento di una preda ancora viva,  esattamente quello che non fanno i grandi predatori solitari che prima uccidono per soffocamento, mordendo la trachea, e poi iniziano a sbranare e mangiare, è questo che fanno i lupi. E questo è sparagmos dionisiaco, ebbrezza del sangue.

http://www.youtube.com/watch?v=z-UvsJj5qgc

Il secondo brano è per spiriti forti. Se ne astenga chi non sopporta le scene cruente. Qui è particolarmente evidente il patto di sangue tra l’uomo e il cane, che è stato fondamentale per le due specie, e ne ha garantito lo straordinario successo. E’ un patto maschile e violento, in cui anche il cane è parzialmente proiettato oltre i confini dell’etologia, della mera animalità, come sfiorato dalla terribile spinta trascendentalizzante che muove dalla potenza significante dell’umano. Alla base della quale sta l’uccisione collettiva, l’ebbrezza della lotta sanguinosa caricata di simbolo e madre di mito.

http://www.youtube.com/watch?v=828TjHaaKaQ

6 pensieri su “Sparagmos, patto di sangue

  1. sbaglio o il bisonte era considerato un animale sacro…?
    cosa ha tramandato di preciso il lupo all’uomo?
    scusa la mia impertinente curiosità…ma questi articoli, questi argomenti, mi hanno sempre interessato enormemente…
    il cane è sempre stato il mio animale :-)

    ciao

  2. Il bisonte compare nei dipinti di Altamira, risalenti a decine di migliaia di anni fa. Come fosse considerato non sappiamo, ma probabilmente allora il sacro si estendeva alla quasi totalità di ciò che aveva rapporto con l’umano.

    Il lupo all’uomo ha dato moltissimo, sotto il profilo simbolico, religioso-linguistico. Il massimo di fusione si dà nel licantropo. E restano cognomi come Lupo – Wolf, ecc. Miti e fiabe sono piene di lupi. Ma io penso che all’uomo il lupo abbia dato anzitutto la figura del branco. Le scimmie nostre parenti formano gruppi o bande, che nel caso delle scimmie cinocefale come i babbuini possono esswere molto pericolose, e nei bonobo possono praticare saltuarie attività di caccia. Ma ad animali più piccoli. Il lupo ha mostrato all’uomo che cos’è un branco, e nel primo filmato lo si vede benissimo. L’uomo ad un certo punto ha iniziato a cacciare animali molto più grossi e forti di lui, come fanno i lupi. E dalla spartizione della preda fatta a pezzi deriva la primitiva idea di giustizia (quando al “pecking order” lupesco si sostituì la significazione umana del diritto di tutti i membri del branco).

  3. non ho resistito alla tentazione di guardare il filmato…
    c’è un forte messaggio dentro, al richiamo del sangue è impossibile sfuggire, e per gli animali questo rientra nel cerchio della sopravvivenza e della forza.
    mi è venuto in mente un film che avevo visto tempo fa, su una tigre (posseduta da spiriti malefici) che attaccava villaggi africani, ma non ricordo il titolo ….il cacciatore gli diede una caccia spietata fino alla fine.
    l’uomo è attratto da questi misteri, nonostante la pericolosità cui va incontro.
    resta il fatto che non ho ancora capito se gli animali possiedono o meno un’anima…quando rivedo gli occhi indifferenti dell’orso grizzly (nel filmato che avevo postato tempo fa) non ne sono per niente convinta.

  4. Forse confondi “Dersu Uzala”, che è ambientato in Asia e parla di tigri con “Spiriti nelle tenebre”, che è ambientato in Africa e parla di leoni. Tigri in Africa non ce ne sono.
    Quanto all’anima, discorso troppo lungo.

  5. :-)
    ho visto solo Spiriti nelle tenebre…erano leoni in effetti.
    grazie per avermene indicato un altro!
    quanto all’anima, il discorso non è mai troppo lungo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...