Céline e il caso delle “Bagatelle”

Céline e il caso delle «Bagatelle»

Céline e il caso delle “Bagatelle” (Medusa 2011) è il caso della scomparsa di un libro dall’orizzonte della lettura ma non da quello della discussione. Un caso paradossale, e nell’insieme piuttosto misero e negativo, che non depone a favore del nostro sistema culturale. Riccardo De Benedetti, col consueto acume, svolge una ricerca accurata e ben documentata su di un testo che è stato fatto scomparire, ed un esame rigoroso della sua storia. Con la consapevolezza che i testi maledetti e vietati, sottratti alla possibilità di lettura critica, come lo stesso Mein Kampf, finiscono per sprigionare attorno a sé un’aura fascinosa. Continua a leggere