Mal francese

Sono sempre stato un po’ misogallo, ma oggi lo sono ancor di più, vedendo cosa stanno combinando quelli di Hollande con le Disposizioni che mirano a rendere coerente il vocabolario del codice civile, qui nel post di Stefano Montefiori Mamma e papà? No, genitore 1 e 2 . Per nulla stupito, perché l’eventuale norma che sostituisce i vocaboli padre e madre con genitore 1 e genitore 2 rientra perfettamente nel processo di generalizzata indifferenziazione che ha investito l’Occidente. Una dopo l’altra, le differenze essenziali sulle quali si costituisce l’umano vanno cadendo. E il polo maschile e quello femminile nella coppia dei genitori (che sono coloro che generano) sono due pilastri che fondano la prima costitutiva differenza in cui si imbatte il bambino. Sperimentare questa differenza è un diritto assoluto del bambino. Tutti i discorsi tendenti a dimostrare che un omosessuale può essere un buon genitore sono chiacchiere che eludono questo principio supremo e questo inestirpabile diritto. Obiezioni che tirano in ballo violenze in contesti familiari eterosessuali, sofferenze di orfani, ecc. non centrano il punto: anche una coppia omosessuale, che non può generare nulla senza l’assistenza della tecnoscienza, può ospitare nel suo seno la violenza, come ogni relazione umana. Di contro, il bambino ha il diritto non negoziabile di conoscere nel suo ambiente di vita iniziale il maschile e il femminile il cui incontro l’ha generato, e la cui dialettica è la dialettica fondamentale dell’umanità fin dalla sua origine.

Ma tutto origina dalla decisione di concepire la coppia omosessuale come perfettamente uguale in tutto a quella eterosessuale, decisione cui anche il linguaggio deve necessariamente adeguarsi. In ciò noto una violenza, cui peraltro i Francesi non sono nuovi. Loro hanno sempre nella mente i fasti della Rivoluzione, di cui pensano che tutti nel mondo dovrebbero esser loro grati (io non lo sono, come nessun anglosassone, del resto), quando cambiarono i nomi ai mesi, e saltarono fuori orrori come Messidoro e Brumaio.

Annunci

3 thoughts on “Mal francese

  1. devo ammettere che questo tuo pensiero di intendere l’importanza della famiglia anche come differenza di sessi è veramente fondamentale per la formazione del bambino.
    una famiglia di omosessuali non sarà mai una famiglia in senso pieno ma piuttosto un tentativo di esserlo che non raggiungerà mai la completezza dal momento che è solo da “opposte costruzioni”che si può attingere l’insegnamento e la tradizione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...