4 novembre

prigionieri

E dunque festeggiamo il 4 novembre. La data di una vittoria militare. Una inutile strage. Premessa di regimi totalitari. Premessa di una seconda e peggiore guerra. Premessa di una alleanza con i nazisti. Premessa della perdita definitiva dell’onore nazionale. Una vittoria acchiappata per un soffio, all’italiana, dopo disfatte di ogni tipo e prima di una totale disfatta militare nell’ultima guerra possibile, combattuta dalla parte sbagliata. Amen.

Un pensiero su “4 novembre

  1. Oggi ho preso il treno e mi sono recato a Vittorio Veneto per ascoltare il discorso del Presidente della Repubblica al Teatro Dal Ponte. Purtroppo non sono potuto entrare perchè non avevo l’invito. L’invito invece lo aveva una ragazza di 17-18 anni, rappresentante d’istituto di non so quale scuola, che mi ha confessato di non sapere perchè Napolitano venisse lì a Vittorio Veneto a fare il suo discorso, e perchè lo facesse proprio il 4 Novembre. Io dico questo: se queste celebrazioni possono servire a rendere le persone meno ignoranti, ben vengano. Perchè si può avere qualsiasi idea sulla prima guerra mondiale, sulle sue cause e sul suo esito, ma non è tollerabile che non se ne abbia nemmeno una. A 18 anni per lo meno.

    Per quanto riguarda la celebrazione del 4 novembre in sè, credo sia giusto ricordare i tanti morti che quella guerra causò.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...