Spazzatura

zab.jpg

Prodi si sveglia all’improvviso dal torpore (come Fafner, dormiva sul tesoretto) e vuole mobilitare l’esercito. Il buon Napolitano, che è napoletano, ma finora ha dormito il sonno del giusto, si dice “allarmato”. Pecoraro Scanio, che all’ambiente pensa molto, è campano: si vedono i risultati. Campano è Mastella. La Jervolino gracchia qualcosa, e rimane appollaiata sul suo ramo. Bassolino-basilisco fuma una cicca dopo l’altra, e non si schioda (chissà se, come tutti i fumatori, le butta qua e là): un quadro davvero esaltante. Se buon governo significa anzitutto guardare avanti nel futuro, e porre argini e dighe per le eventuali future alluvioni, che modo di governare è quello di oggi in Italia?

bassolinomunnezza.jpg

Ricordo di aver letto, circa vent’anni fa, un articolo di National Geographic sul problema dei rifiuti prodotti dalle società avanzate. Verso la fine, dopo una rassegna dei metodi utilizzati dalle varie nazioni, e dei programmi futuri, si diceva dell’Italia: “un bidone dell’immondizia”, a indicare l’assoluta mancanza di programmi per lo smaltimento di rifiuti crescenti e pericolosi. Vent’anni fa. Eppure, il problema dei rifiuti che produce è uno dei principali, se non il principale, di una consumer society. In ambito locale, qualcosa si è fatto: la raccolta differenziata è il primo obiettivo. A Napoli si sono fatte le “eco-balle”. Nomen numen, di ecologico non hanno nulla, dentro c’è di tutto. Non sono ecologiche, sono balle. Chi le ha inventate? Chi le ha prodotte? Perché non sono condotti davanti alla Sacra Inquisizione?

Ogni società umana, dalla più grande alla più piccola si fonda, a tutti i livelli, sul meccanismo dell’espulsione. Assimilazione da un lato, espulsione dall’altro. Napoli è l’emblema di un corto circuito in questo meccanismo. Le strade sono ingombre di ciò che dovrebbe essere espulso, e questo produce altre espulsioni, in senso radicalmente contrario alla sopravvivenza stessa della società: vengono espulsi i portatori dell’unica soluzione attualmente praticabile, quella dei termovalorizzatori, per i quali proprio l’Italia possiede la tecnologia più avanzata. Apprendo oggi, e non mi meraviglio, che con i soldi spesi in questi anni per la lucrosa emergenza rifiuti, in Campania se ne sarebbero potuti costruire sette (7). Il problema è che si dovrebbe espellere ciò che non può essere espulso: la camorra e la sua classe politica (cioè la classe politica campana quasi per intero). Ma una società non può espellere se stessa.

Un pensiero su “Spazzatura

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...