Occupazioni e beccacce

Gli studenti italiani occupano le scuole a novembre. Puntualmente. Passano le beccacce e gli studenti occupano le scuole. Da decenni, senza che cambi nulla. Non hanno capito che le rivoluzioni giovanili si fanno a primavera.

E dal tempo della “Pantera” del 1989 (ricordate?) genitori, nonni, politici e giornalisti a dire: che carini, come sono impegnati, come sono educative le occupazioni, ecc. ecc.