Quaranta per pensare

zab

  1. La filosofia del mattino è spesso differente da quella della sera.
  2. La fede è questo: aver fiducia in altri esseri umani che hanno fede.
  3. L’incombere di una catastrofe deprime molti spiriti, altri ne esalta.
  4. I pensieri pensati nel passato tornano sempre, travestiti.
  5. Anche un involucro ha la sua apparenza.
  6. La verità nuda è amata dai suoi carnefici.
  7. La virtù della continenza dovrebbe manifestarsi anzitutto nella sfera intellettuale.
  8. Sovente dietro l’estrema dedizione si cela la furia del possesso.
  9. I mostri si rigenerano molto più velocemente di quanto pensino i saggi.
  10. Quel che per alcuni è nutrimento vitale, per altri è veleno.
  11. L’uomo non unisca ciò che Dio ha separato.
  12. Se non esistono gli eguali, non esistono neppure i diversi.
  13. Anche con l’acqua pura occorre cautela: bevuta smoderatamente intossica.
  14. Tutti vogliono “voltare pagina”. Manca il libro.
  15. L’essenziale è visibilissimo agli occhi, per questo si chiudono.
  16. Gli scontri di nausee non portano lontano.
  17. Il Bene tende alla contemplazione, il Male all’azione.
  18. La nostra vita è scia di una nave?
  19. L’idea di stupidità è un prodotto di menti intelligenti, nato dalla loro esperienza di se stesse.
  20. Ogni esorcismo è una demonizzazione.
  21. Il doping, in forma reale o metaforica, è la vera religione del nostro tempo.
  22. Atene piange sempre, Sparta non ride mai.
  23. Nessuna valuta ha corso legale nell’Aldilà.
  24. Tutti sputano sentenze, però manca la sputacchiera.
  25. Molti furono fatti a vivere come bruti, per seguire vizio e ignoranza.
  26. Anche le nubi più nere alcuni le vedono bianche, altri rosa.
  27. Per la maggior parte degli umani quella di pensare è una fatica insopportabile.
  28. Esistono desideri grandi e desideri minimi, ma il metro per misurarli nessuno lo possiede.
  29. I fondamentalisti di ogni risma hanno sempre le idee chiarissime.
  30. Leggendo molti libri costruisco la mia immensa consapevole ignoranza.
  31. Il mondo non è bianco e nero, e spesso gli oppressi opprimono.
  32. Travolti da un’onda, pensano di aver conosciuto il mare.
  33. Si può essere prigionieri del presente, del passato, e anche del futuro.
  34. Ogni salvatore, in qualunque campo, è sempre una vittima potenziale.
  35. Consolazione e Illusione sono sorelle.
  36. Il vuoto non può dire “tutto è vuoto”.
  37. Il sogno è pericoloso quanto la sua assenza.
  38. È lo sguardo degli altri che ci fa essere noi stessi.
  39. Si legge per vivere, il contrario è follia.
  40. Una bellezza non salvata non salverà nessuno. 

Annunci

One thought on “Quaranta per pensare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...