La distinzione fra moneta e denaro (2)

copj13

La condizione necessaria dell’oggetto sociale moneta, il modo in cui esso si costituisce a seguito di un atto compiuto da almeno due individui, è una iscrizione che gli conferisce una riconosciuta validità-legalità. Tant’è che in alcune società primitive la merce utilizzata come moneta veniva “segnata” in modo da inibirne l’uso originario (conchiglie, sale, e attualmente la firma del governatore della Banca centrale europea). Unicamente il segno distintivo permette che la merce sia accettata come moneta e svolga le funzioni assegnatele. (p. 19)

Mi pare che la sottrazione all’uso originario debba essere riferita al sacrificio. E’ nel sacrificio, infatti, che si rinuncia ad oggetti di appetizione e fruizione  immediata per un fine sociale-religioso più ampio, e il gruppo umano proietta un oggetto-vittima nella sfera altra del numinoso, alienandolo da sé. L’oggetto sacrificale esiste pienamente come tale nel momento in cui il gruppo umano lo consegna al divino. L’essere pieno della moneta che si realizza nell’atto della sua alienazione è l’essere di un oggetto sacrificale. L’essere della moneta come quello della vittima è un essere-per-l’alienazione.

L’iscrizione, che è condizione necessaria perché una merce sia definita moneta, appartiene dunque alla categoria del segno. Anche una firma elettronica è un segno. Il materiale che costituisce la moneta è assolutamente secondario rispetto al segno. La moneta può essere “smaterializzata” (ma impulsi elettronici, bit e flussi nel web appartengono al mondo fisico), ma non de-significata.

I sistemi economici fondati sulla produzione e sullo scambio necessitano per il loro funzionamento di una specifica merce che assuma, oltre alla funzione di misuratore del valore, rappresentazione e misura della ricchezza, altre tre funzioni: di mezzo o strumento di circolazione, ossia moneta in senso stretto, di mezzo di pagamento–da cui poi si sviluppa il sistema del credito–e di riserva di valore.
Proprio il riconoscimento della funzione di riserva di valore, unitamente all’elemento della validità-legalità riconosciuta tramite un’iscrizione, la traccia, permette il passaggio della moneta dall’essere oggetto fisico al divenire oggetto sociale; contestualmente l’essere riserva di valore consente alla moneta di esserte riconosciuta in quanto forma del denaro e ne rappresenta il legame.
(p. 20)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...